No more lies

There’s nothing you can hide from, I’ve got my eye on you

L'eterno dilemma
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.
La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.
Si può procedere a sequestro soltanto per atto motivato dell'autorità giudiziaria nel caso di delitti, per i quali la legge sulla stampa espressamente lo autorizzi, o nel caso di violazione delle norme che la legge stessa prescriva per l'indicazione dei responsabili.
Articolo 21 della Costituzione italiana

Comunicato breve ma intenso.
Nonostante sia sempre stata una sostenitrice della libertà di parola e di pensiero, anche quando questi si manifestino inadeguati e palesemente stupidi, convinta che l'idiozia si mostri in se stessa e nonostante abbia tollerato persino i flame scatenati dalle sostenitrici della cara vecchia Kya, alla mia veneranda età inizio a essere stanca dei troll, specialmente quelli che ostentano una presunta cultura superiore e che finiscono puntualmente per pisciare fuori dal vaso non avendo capito un'acca di quello che hanno letto. 
Potete considerare il mio blog come la mia tenuta personale nella campagna cibernetica e il fatto che ogni tanto arrivi un fiero membro del partito "Poverinos United" (© i400calci) a pisciare sul mio zerbino non mi sta più molto bene.
Oltretutto, dopo che questi atti di manifesta idiozia vengono tollerati in favore di una politica volta ad assicurare a tutti la possibilità di esprimersi, è necessario un mea maxima culpa visto che questo atteggiamento mi viene ritorto contro insinuando il messaggio che avrei in qualche modo "beneficiato" della discesa dell'orda di troll di caverna dalle montagne al richiamo del cuculo, aumentando le mie visite.

Per questo motivo d'ora in poi ogni intervento che ritengo stupido o del tutto fuori tema da quello trattato dall'articolo in cui si commenta verrà rimosso (questo vale anche retroattivamente) a mio totale e insindacabile giudizio. 
Non sono magnanima quanto Gamberetta che sposta i perdigiorno e gli inetti nella fogna, né sono qui per dare spettacolo gratuito a beneficio di pulmini diretti a Medjugorje che si perdono e vengono a fare le prefiche da queste parti.
Indi per cui la politica da oggi è di tolleranza zero. Siete liberi di non farvi piacere quello che scrivo, siete liberi di non considerare il fatto che questo blog sia chiaramente seguito da poche persone (poche ma valide), siete liberi di pensare tutto ciò che volete ma non siete più liberi di scriverlo qui. 
Qualsiasi commento che contenga la parola "censura" verrà salutato con una pernacchia e lo smutandamento pubblico. Prima della fine del comunicato invito di andare ad alimentare il cirque du freak da un'altra parte e mi dicono che il blog dell'uncinetto sia molto adatto.


So bene che così privo diversa gente che si firma incautamente con nome e cognome dal fare le figure di merda che si meritano, ma non vale la pena che la merda finisca in casa mia per dimostrare che sono dei poveracci.
Quindi, d'ora in poi, la politica è "no more idiozie".
E a chi non piace l'anglosassone può anche girare al largo, che di questa lezione che "siamo italiani e dobbiamo usare la lingua italiana" da gente che non sa nemmeno utilizzare la punteggiatura ne facciamo tutti volentieri a meno.
La sigla è quindi traducibile con: non tormentate le nostre gonadi.


3 commenti:

  1. Censura!!! X-(

    [... non ho saputo resistere ^^ ]

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pernacchia d'oro, perché se fosse di platino scatterebbe la gag del nomen-omen e non vogliamo essere banali ♥

      Elimina
    2. Cavolo, e io che ci tenevo! Perbacco, dovrò impegnarmi di più... :-/

      Elimina