The Fight Song

But I'm not a slave to a god that doesn't exist, and I'm not a slave to a world that doesn't give a shit

Oggi ho avuto modo di imparare le implicazioni di due termini importanti.
Ve lo ricordate questo? Io sì.
E si parlava di un sito con un altissimo numero di visite giornaliere e di un effettivo artista internazionale. Nel nostro caso, parliamo di un forum per appassionati e di una scrittrice emergente sconosciuta ai più.
Tenete a mente il riferimento, in ogni caso e torniamo ai due termini. Il primo è censura:
Per censura si intende il controllo della comunicazione o di altre forme di libertà (libertà di espressione, di pensiero, di parola) da parte di una autorità.

Nella maggior parte dei casi si intende che tale controllo sia applicato nell'ambito della comunicazione pubblica, per esempio quella per mezzo della stampa o altri mezzi di comunicazione di massa; ma si può anche riferire al controllo dell'espressione dei singoli.

Fra i significati specifici che il termine può assumere in contesti particolari si possono citare i seguenti tipi di censura.
Censura, Wikipedia
Accaduto: una giovane scrittrice (o presunta tale) si espone al pubblico.
Una giovane Bambola di belle speranze si imbatte in questo fenomeno e non vede l'ora di condividere il tutto con gli altri Cavalieri della Tavola Rotonda. Pertanto apre un topic in un forum di satira fantasy, che conoscete tutti, perché prima o poi tutti quanti ci siamo passati.
Degna purosangue della letteratura italiana, la suddetta scrittrice invece di limitarsi a piangere, come ha fatto chi veramente è sul trono più in alto di tutti, pesta i piedi e tira la gonna a mamma Forumfree, perché non si possono offendere i suoi capolavori!

Com'è, come non è, dice di essere stata insultata.
Non da me. Io mi sono limitata a rilevare tutto ciò che avete già letto nel post precedente del blog; fatto sta che tira e tira la gonna si strappa. Il circuito di forumfree pertanto banna senza preavviso un'utente che non ha infranto il regolamento solo perché può farlo.
E non sto scherzando: è esattamente ciò che è stato detto.

"Noi possiamo farlo, c'è scritto nel Regolamento".
A nulla valgono i tentativi di far notare che la povera bambola meccanica non ha infranto alcun regolamento, perché è chiaro che non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.
Questo è un caso di autentica censura, non ci sono altri modi per definirla.
Perché se non permetti di dire qualcosa di scomodo senza che infranga alcuna legge, allora di questo si tratta. La definizione di Wikipedia più calzante è questa:
Nei regimi autoritari la censura politica impedisce a individui, associazioni, partiti e mezzi di informazione di divulgare informazioni ed esprimere opinioni contrarie a quelle del potere esecutivo. Tale censura si realizza attraverso il divieto di trattare taluni argomenti o attraverso il controllo preventivo dei contenuti divulgati dai mezzi di informazione.
Di fatto, lo Staff di Forumfree (Blogfree, Forumcommunity, tutto il resto) ha affermato che mi avrebbe concesso la revoca se mi fossi impegnata a non sollevare più l'argomento. Indipendentemente da come ne potessi parlare: preventivamente, non mi era concesso di parlare di quella permalosona di Chiara Stivala.
O dei suoi capolavori della letteratura.

Ohhhh!
Essendo una bambola e non un E-Doll non sono abituata a piegarmi a novanta gradi a comando, quindi ho gentilmente declinato l'offerta e deciso di portare la B di ban sul petto come se fosse la lettera scarlatta.
Perché il fatto di avermi escluso dal circuito usato dai bimbominkia per tirare su forum in due minuti per fortuna non mi esclude dalla rete. Quella seria, quella fatta di persone con più di sei neuroni attivi per volta o che non sia ferma ai comportamenti che si tengono a cinque anni.

Questo rende di fatto la nostra eroina complice di un'ingiustizia (ammesso che sappia cosa significhi) ovvero la penalizzazione di qualcuno che non aveva compiuto alcuna infrazione. Non che questo cambi la natura delle cose: le sposta leggermente più in là.
Ovvero qui.
Potete leggere da soli il contenuto incriminato e farvi una vostra idea, possiamo continuare a parlarne qui (sempre che non arrivi una censura anche su blogspot, ma la vedo già più difficile), impegnatevi a non usare nei commenti termini di confine su cui ci si possa appellare. Per quanto riguarda bimbominkia, è attestato anche da urbandictionary.com:
An italian disparaging term to define a kid, a teenager, or even a younger brat, who's behaving and talking like a lamer, a looser, a sucker, a wanker, and a noob (especially when used in MMPOG such as WoW). He/she (or IT?) is a poser,a wanna be. IT usually writes ill-formed, ungrammatical sentences with lots of abbreviations and exaggerated emoticons. Often associated with emos.
Bimbominkia, Urbandictionary
L'Italia è una repubblica fondata sul "lei non sa chi sono io" e il conseguente "ci sarà un sacrosanto motivo".
E ora, il topic "incriminato", commentato in corsivo dove necessario:
Dato che il primo e il secondo topic sono spariti nel nulla per zero motivi se non che forumfree non ha il tempo (giustamente) e la voglia di star dietro alle segnalazioni di cani e porci (non è così. Come spiegato prima, semplicemente lo Staff di Forumfree abusa del suo potere decisionale per punire anche chi non infrange il loro stesso Regolamento, NdS), noi ricominciamo da capo, perché tanto ho i meccanismi arrugginiti e inceppati dall'acido che produco nel vedere autrici nostrane che vanno tanto bene.

Siccome repetita iuvant e siccome io, come gli Yautja, imparo dagli errori, d'ora in poi farò copia incolla di tutto ciò che metto in questa discussione e farò anche gli stamp (e meno male, NdS), giusto per vedere chi si stufa prima tra me e lei. Che lei sono sicura c'ha più da fare di me (terzo libro in arrivo, yay!) quindi credo proprio che questa guerra dei poveri la vincerò io.

La macchina vince sempre sull'uomo, fatevene una ragione. La Resistenza fa schifo (specie quando fa ricorso alla censura, NdS).
Prove su chi sta conducendo la Buona Battaglia

Se si andasse oltre ho anche un blog su blogspot dove postarlo (le mie doti profetiche sono allarmanti, NdS), una decina di forum, possiamo andare avanti all'infinito a giocare a The Departed sull'internet, perché no?

Almeno le faccio un po' di pubblicità, visto che al momento il suo best-seller internazionale non ha abbastanza appeal da reclamare una trasposizione filmica che appesti con le sue locandine intere città; ma andiamo con ordine.



L'autrice
Il suo Facebook.
Di cui vorrei far notare il ridicolo: Lavora presso libera professione/scrittrice
Passiamo al suo forum dell'orrore.
Uno spazio al limite (superato) della bimbominkioneria hardcore, il cui picco di interessati è stato di 8 il 5/7/2013, 14:21.
E ora torniamo su di lei. La Regina del Paranormal Romance che deve contendersi la corona in Italia con Dorotea De Spirito a suon di tirate di capelli e colpi bassi alla Chuck Bass.


Salterò le banalità assortite da Baci Perugina che potete leggere da soli al link, ma mi soffermerò su dati significativi:



1)Come ti è venuta l’idea del libro?
K:Per puro caso
Era una calda nottata estiva, di quelle un po' magiche.
Ero in fissa coi vampiri e ho detto: "E se ci provassi anche io?"
Non ero sicura di arrivare alla fine, è stata una sfida con me stessa.
[...]
3)Credi che il tuo libro rientri nei generi che leggi/leggevi di solito, o hai voluto osare?
K:Ho osato eccome!
Facevo rosa, drama e thriller prima!
[...]
7)E un personaggio su cui vorresti che ci si soffermasse di più?Perchè?
K:Rebecca.
Sembra scontato ma non lo è.
Forse potrebbe apparire per quello che non è.
Il suo essere riservata e un po' aggressiva talvolta, potrebbe far pensare cose tipo "Oh mamma mia, quanto se la tira".
Ed è quello che spesso la gente pensa di me quando non mi conosce.
E' apparenza, nulla più.
Cerchiamo solo di mascherare l'insicurezza, la paura.
8)Nel tuo romanzo, chi ti rispecchia maggiormente e perché?
K:Rebecca di nuovo xD
Come dico sempre, scrivere di lei è stato come guardarmi allo specchio.
Credo sia evidente xD
[...]
10)Il tuo primo autografo:a chi?
K:Un collega scrittore di gialli, Marco Rodi.
11)Un genere letterario che non ti piace?
K:Fantascienza, ma solo se fanno apparire malvagi gli alieni.
Io credo fermamente che esistano e che non siano per nulla cattivi come li dipingono.
Il rosa, solo se è troppo smielato o peggio, volgare.
L'avventura da sola mi dice poco, se unita a fantasy e storico l'adoro.
Non mi piacciono i romanzi di guerra, nemmeno i film veramente xD
[...]
13)Il miglior complimento che hai ricevuto?
K:"Io riesco a immaginare quello che tu scrivi"
"Mentre leggevo, sognavo, ero come sospesa, non pensavo a nulla"
"Potrà anche non essere il mio genere, ma non posso negare che è scritto benissimo"
"Una delle poche esordienti a non presentare lavori pieni di strafalcioni"
"Ad alcune persone, andare all'università può cambiare la vita, può fare davvero la differenza. Ad altre non serve a nulla, è come se non ci fossero andate. A te non servirebbe proprio. Hai già tutto quello di cui hai bisogno nel tuo cuore."
"Kill me softly è un piccolo diamante"
14) Una canzone che dedichi al tuo romanzo?
K:Sarebbe scontato, credo, dire Killin' me softly dei Fugees (o come si scrive) anche se io l'ho scoperta dopo xD
Per cui direi Bring me to life degli Evanescence ed Enjoy the silence (non la versione degli Amberlin, ma quella dei Lacuna Coil)

Vi risparmio il resto perché non voglio essere causa dell'impennarsi del vostro diabete.


Chiara Stivala, 23 anni, già nota negli ambienti culturali per il suo romanzo “Kill me softly” ritornerà, a breve, in libreria con una seconda parte del romanzo che ha per protagonisti Adam e Rebecca, con gli inseparabili amici Holly & Kenan, alle prese con nuovi inquietanti e dolorosi ricordi legati al passato. Cresciuta tra Savona e Piazza Armerina, fin da piccola creava storie e inventava mondi meravigliosi. Ama la musica che Chiara definisce «compagna di vita e ispiratrice perfetta di gran parte delle mie opere». Appassionata della corrente dark, ama i colori forti, predilige il nero, il blu, il rosso e il viola e adora i film horror.

- Chiara allora torni in libreria con la seconda parte di “Kill me softly”?

«Sì, ho deciso di fare rivivere Adam e Rebecca che stanno finalmente insieme, dopo mille problemi. Al loro fianco, gli inseparabili amici di sempre: Holly e Kenan. Nella loro villetta gotica la vita sembra scorrere senza problemi, ma inquietanti presenze e dolorosi ricordi legati al passato rischiano di sconvolgere tutto».

- I lettori hanno gradito il tuo primo romanzo?

«Dai dati che abbiamo posso ritenermi molto soddisfatta. Dopo la fiera di Roma c'è stato il Salone internazionale del libro di Torino, la Fiera di Modena, e la presentazione del libro a Barcellona, per la festa del patrono S. Giovanni. I riscontri sono stati buoni, sia dal pubblico che dalla critica. Il forum dedicato al libro va benone, registra centinaia di visite ogni giorno, e iscrive fan da tutta Italia e recensioni piene di complimenti. Le vendite continuano a crescere sia nelle librerie che nelle vetrine editoriali online. Se molti lettori apprezzano la prima pubblicazione, io fremo per vedere pubblicato il sequel».

- Quali sono i tuoi obiettivi per il futuro?

«Non smettere mai di scrivere. Forse appare banale e scontato, ma è quello che voglio davvero. Continuare a sognare, questo è fondamentale, anche per l'ispirazione. Farmi conoscere, non tanto per i soldi, ma se ho scelto di fare questo mestiere è perché desideravo lanciare dei messaggi alla gente e, nel mio piccolo, provare a migliorare le cose.

Ho un grandissimo sogno: che “Kill me softly” diventi un film. E' troppo forse, ma un pizzico d'ambizione non fa male a nessuno. A fine mese, presenterò “Kill me softly, past returning”. Come dicevo sopra, non mancheranno sorprese e colpi di scena e i nostri beniamini combatteranno con le unghie e con i denti per mantenere la serenità tanto duramente conquistata. 

Bonus:




Ma com'è la nostra beniamina?
Così:








(... o forse così?)
Se notate qualche somiglianza con una famosa attrice è solo una coincidenza. Come confermano i video che la ritraggono:
- Altri due video della nostra beniamina. 

E finalmente, i libri 
L'arte di saper fare una copertina, volume I

Bella copertina. Peccato che non sia il libro di cui stiamo parlando.

Bensì è questo: 
Dicevamo?

Purtroppo non trovo le copertine degli altri due libri della saga, o almeno quella di Past Returning che a quanto pare è il secondo e doveva essere pubblicato. Ma nonostante non si sappia nulla neanche di quello, già si parla dell'eventuale terzo:



"... ebbene sì, c'è^^

Però non è un sequel e nemmeno un prequel, e un po' entrambe le cose, ma di più...
Curiose? Sotto con le domande, allora!!!"

Pertanto, dobbiamo basarci solo sul primo. Non fatevi ingannare dalla mela, vagamente evocativa di qualche altro best seller di qualche anno fa di cui ormai non si parla neanche già più, non fatevi accecare dai colori scelti dall'Armando Siciliano Editore per richiamare alla mente altre saghe coi Vampiri.
La sinossi:

Rebecca è una ragazza giovane, carina, solare e insicura, ma anche determinata.
La sua vita di segretaria la annoia un pò perchè vorrebbe fare la scrittrice.
Un altro suo grandissimo sogno è trovare l'amore, ma non gliene và una giusta.
Almeno finchè nella sua vita non entrerà l'attraente quanto misterioso Adam.
Tra amori passionali, segreti, bugie e vendette,
una fiaba dark che vi farà sognare ed emozionare.

Pagina ufficiale Facebook del libro (in cui scopriamo che il famoso Past Returning avrebbe dovuto arrivare nel 2011, ma per chissà quale problema spazio-temporale dopo due anni ancora non si è visto niente. Complotto e Grigi sicuramente implicati).
E in cui scopriamo che Chiara Stivala scrive come ogni grande scrittore del nostro tempo: "Salve è la vostra scrittrice nottambula ke parla tra ormai poke ore mia prima intervista, ke vi farò avere qui x qst sera se va tt bene ^^ Nei prossimi gg anke foto della presentazione e della fiera di roma e un altro video..^^ stay tuned!!".
Del libro in rete purtroppo si trova poco, solo spam più o meno selvaggio dell'autrice che tenta in tutti i modi di pubblicizzare la sua saga (ricordiamoci: famosa in Spagna, successo di pubblico, fans in delirio, tutto a corredo).
Adam (chi?) è il nuovo Lestat. Kennan il nuovo Armand. Se non ne avete sentito parlare è sicuramente demerito vostro ed è giusto che espiate recuperando a questa vostra mancanza. 

Finisco con il book-trailer di Past Returning e questa illuminante conversazione sulle originalissime idee per la copertina di questo libro che non esiste.

Sono curiosa, curiosissima. Ma poi ricordo le parole delle nostre invocazioni tradizionali:

Et ne nos inducas in tentationem,

Sed libera nos a malo.
Amen.
E adesso, che cosa succederà?
Devo aspettarmi una spedizione punitiva dei drughi in casa?
I poveri moderatori di blogger saranno tartassati di inutili richieste perché qualcuno ha pestato i piedini troppo forte e non è in grado di difendersi da sola ma ha bisogno dell'intervento della Maestra verso i compagni cattivi di classe?

Questo è il livello degli scrittori del fantasy italiano: un asilo nido.
Ciò che posso dire a chi in questo paese vuole esprimere un'opinione vagamente più intelligente di "è bellissimo perché si può dire solo questo" è di munirsi di pazienza, fare un giretto in rete alla ricerca di servizi gratuiti ma migliori e farsi un sorrisetto di compassione per il livello di certe comunità.
Perché è esattamente quello che ha fatto la Bambola e che farà contro chiunque cerchi di andare contro quell'inalienabile diritto tipico di un paese civile che corrisponde al nome di libertà di parola.
Ci vediamo in tribunale Chiara, il giorno in cui riuscirai a portarmici.
Ma fino ad allora, il mio furiosissimo sdegno per te e ciò che rappresenti sarà implacabile.

Steamdoll: ready.
Infatti, per l'eventuale migrazione del Forum di Palazzo verso circuiti più civili e dediti a una pratica più moderna di un regime totalitario, ho trovato qualcosina:
  1. http://www.forumup.it/: e vorrei segnalarvi questa questioncina risolta in questo modo qui (vi ricorda niente niente?);
  2. http://freeforumzone.leonardo.it/: ho cercato in lungo e in largo la loro politica in merito, ma è stato più difficile e non ho trovato nulla di specifico;
  3. http://it.altervista.org/crea-forum-gratis.php: et voilà. Terzo circuito in cui stranamente il mondo gira come dovrebbe (no, per dire...).
Se necessario ve ne trovo altri. Come volevasi dimostrare avete solo avuto  la sfortuna di essere nel circuito infestato dai mentecatti che riceverà ventimila segnalazioni frignanti al giorno e al cui Staff ormai non importa più nulla della faccenda, senza il dovuto coraggio di rispondere come si deve (come negli esempi riportati).
Mio modesto parere: meglio averlo scoperto adesso, che di Stivala è pieno il mondo e noi non abbiamo molto tempo da perdere. Se vi serve una mano per il trasloco ditelo pure, lo faccio volentieri (Knight, mandami una cartolina dalla Polonia).

20 commenti:

  1. Ecco, alla fine ce l'ho fatta da sola :P
    Penso che possiamo scegliere tra le tre piattaforme che hai scovato, a te ne va a genio qualcuna in particolare? Perché credo che verrò spesso a piangere chiedendo aiuto xD
    (non c'è mica una piattaforma che magicamente voilà trasferisce tutte le discussioni vecchie da forumfree, no? ç___ç)

    > Mio modesto parere: meglio averlo scoperto adesso, che di Stivala è pieno il mondo e noi non abbiamo molto tempo da perdere.

    Anche il mio. O meglio, potendo scegliere avrei detto tra un paio di mesi che avrei avuto più tempo xD ma meglio con questa storiella mentecatta che per ragioni più serie.

    Quando Alliena mi ha detto della Proposta Che Non Potrai Rifiutare non ci volevo credere D: avevo pensato anche io una cosa simile a quello che hai detto tu, e cioè che principalmente allo staff interessi pararsi il culo: non si spiega se no questa censura dei post che potrebbero suscitare le ire di CS e della persona che continua a inserirli, e non invece di chi ha inserito i commenti incriminati (che sarebbe ingiusta lo stesso, eh, ma in un altro senso).

    RispondiElimina
  2. Lady Stivala è una celebrazione trionfale del fail.
    -Non ha una sola parola di difesa per il suo libro, salvo "blutti kattyvy!"
    -Reagisce come una primadonna isterica, allontanando in un click tutti i potenziali lettori che giravano sul forum (forum che ha LEGGERMENTE più visite del suo)
    -Grazie a lei constatiamo la politica dei gestori di Forumfree, il che ci da' una buona occasione di migrare verso lidi dove il tanfo di olio di ricino e vecchiume in orbace è meno pungente.
    -Ha fatto un favore a noi e si è coperta di PESSIMA pubblicità.
    Go on, sugar, for the win! ^_^
    Finora nessuno "scrittore" era scaduto tanto in basso. Le scriverei un messaggio per complimentarmi, ma la classe me lo impedisce ^_^

    Tenger

    RispondiElimina
  3. e vorrei far notare che abbiamo avuto illustri esempi di bassezza, nei nostri lidi (Lippemanni, Erhuroirhorhureros, GL, per citare i *più meglio*) =P

    RispondiElimina
  4. Non vi perdete domani la terza giornata della Stivala Week: Fanfiction Tournament, ovvero la comparazione di una fanfiction di Twilight scritta nel 2008 dalla nostra autrice preferita (chiamata lo ricordiamo "Forbidden Fruit") e una dedicata al suo stesso libro, KMS, dall'accattivante titolo "New Born" e pubblicata ieri.
    Vedremo quindi in cinque anni i suoi progressi, faremo reverse engineering grazie alle due fanfiction dedicate a Kill Me Softly che ho trovato sinora e riusciremo forse a capire quante siano le differenze (enumerare le somiglianze sarebbe un lavoro enciclopedico) con la matrice originaria clonata, ovvero lo stesso Twilight.

    Non vedo l'ora.
    Mi munisco di acqua santa e pallottole d'argento.

    RispondiElimina
  5. "e una dedicata al suo stesso libro, KMS, dall'accattivante titolo "New Born" e pubblicata ieri"
    THIS^
    Non è un qualcosa di commentabile. Davvero. Non lo è.

    RispondiElimina
  6. Commenta questo per favore:

    "beh io... mi stai facendo vergognare xD io ecco... penso di avere ricevuto un dono da Dio, essendo credente... tutto qui <3 poi boh, cerco di sfruttarlo al max, ecco quello sì
    ah ecco le descrizioni.. boh secondo me le tue sono ottime... delle mie non parlo, sembra che mi auto-giudico, però ti posso rimportare una cos ache mi ripoete spesso mia mamma, alla fine è più grande, ecco... magari lei lo vede in modo diverso, più maturo da noi... lei in pratica, dice che riesce a vedere tutto quello che scrivo, come se fosse un film..."

    Sento che entro domani quel forum diventerà improvvisamente privato, chissà (come se ora ci scrivesse dentro qualcuno che non siano le Tre Grazie, tra l'altro).

    RispondiElimina
  7. "Rimportare"?
    Auto-dedicarsi Fanfiction è la cosa più LAME che mente umana possa concepire X°°°D Altro che doni dal cielo, queste son tegolate in testa alla specie tutta!
    Spero che non "privatizzi" il forum. Sarebbe una complicazione fastidiosa e inutile. Che lasci fluire oceani di squallore per noialtri tutti! <3
    Tenger

    RispondiElimina
  8. Ho già risposto in privato alla compagna di merende. E facciamo rimanere la risposta privata, che è meglio.

    RispondiElimina
  9. È tecnicamente possibile creare una fanfiction sul proprio romanzo senza creare un paradosso che a sua volta provoca un buco nero e l'implosione del cervello (il mio)?
    Chiamarlo "racconto originale inedito" come il resto del globo terracqueo, troppo mainstream?

    Poi, "io scrivo bene perché lo dice la mamma" è la ciliegina sulla torta.

    Amarie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vuoi per caso mettere in dubbio l'autorità in campo editoriale-letterario della signora Stivala?
      Attenzione. Lo squadrone della Morte di avvocati verrà a rapirti nel sonno, Amarie.

      E ti perderai tutte le chicche che sono riuscita a reperire per domani.

      Elimina
    2. Nuoh!
      Dovrò accendere lo zampirone e appendere le corone d'aglio alla porta per sopravvivere alla notte, non POSSO proprio perdermi la puntata sulle ficcyne del <3

      Amarie

      Elimina
  10. La tristezza della faccenda diventa più feroce ad ogni rivelazione. Cosa scopriremo domani? Non oso neanche fare pronostici perché temo di azzeccarci!
    Hai la mia più completa solidarietà per questa storia :)

    Hellfire

    RispondiElimina
  11. A quanto pare Forumfree ha una considerazione globale che io ignoravo...

    http://www.gdr-online.com/readforum.asp?id=176047

    Pare che fossi l'unica a credere alla buona fede di un circuito tanto estesa. Crescerò mai? Grazie Hellfire. Spero vivamente che questo, come tanti altri episodi della mia vita alla Lemony Snicket, serva a qualcuno per farsi due conti e capire che non è il caso di andarci leggeri su queste faccende.

    Perché il caso in particolare è un'inezia, ma il principio di fondo invece è inquietante e iniquo come pochi altri.
    Ma a quanto pare la rete lo sa.

    RispondiElimina
  12. Io volevo far notare questo: http://chiarastivala.forumcommunity.net/?t=54681918 e in particolare questa frase: "inoltre è alle prese con due romanzi drammatici di denuncia sociale contro la droga, l'alcolismo, lo stupro, LA DROGA, la depressione e i retroscena del mondo dello spettacolo, specie del mondo musicale"
    (lo stampatello è mio)
    L'Adroga :O Mi ha ricordato anche un po' questo http://www.youtube.com/watch?v=hxI8mhkH1fU
    Poi, come si fa a essere contro la depressione. Non è mica una cosa che uno si sceglie. Mah, qui la faccenda diventa sempre più retard.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. °A°
      Una cattolica osservante che scrive di critica sociale su droga e alcolismo?
      BRACE YOURSELF, BRAINARMAGEDDON IS COMING!!!

      Tenger, che ha perso 50 punti IQ solo a leggere questa notizia.

      Elimina
    2. I romanzi di denuncia sociale già mi fanno perdere neuroni solo a sentirli nominare. Vuoi raccontare una storia o denunciare al mondo la verità troppo a lungo rimasta segreta che l'Adroga e l'alcol sono brutti brutti e fanno male - perché la felicità non si trova nelle pasticche o in fondo a una bottiglia, devi trovarla dentro di te!!!!!!eleven?

      Amarie

      Elimina
    3. Uh già. Avevo scordato il "trascurabile" dettaglio che si trattasse di una cattolica osservante. Con tutto il circo di affermazioni tipo "la scrittura è un dono che mi è venuta da Dyo!11!!!11" Sì, l'ha detto davvero. Potrei vomitare (cit.).

      (Sono sempre Lady Fuchsia alias Emica che è riuscita ad entrare col suo account google. Amen.)

      Elimina
  13. Finalmente inizio a capirci qualcosa. Cioè, dal momento che forumfree permette di aprire forum usando i loro temi pre-compilati, non è l'admin di un forum, ma il capo di forumfree a decidere del ban di un utente. Questa è pura follia! (e non è nemmeno Sparta!). Ma scherziamo?
    Comunque non per dire, ma "Killin' Me Softly" non è dei Fugees. http://it.wikipedia.org/wiki/Killing_Me_Softly_with_His_Song Oh, musicalmente parlando non ne ha azzeccata una! ^_^'

    "Vuoi per caso mettere in dubbio l'autorità in campo editoriale-letterario della signora Stivala?"
    no, solo il suo non proprio nullo coinvolgimento emotivo nel caso in questione!
    V

    RispondiElimina
  14. "Come confermano i video che la ritraggono:" ok, per colpa tua li ho visti... a parte la banalità di domande e risposte, oltre al corso di scrittura, ora suggerisco anche un corso di dizione.
    V

    PS: un libro di più di 100 pagine, follie! O.O Con solo i primi 4 capitoli io ne faccio 131... -_-'

    RispondiElimina
  15. Nell'intervista a Start TV è un'automa. E in quell'altra parla come Stanis in versione Fini. Tutto ciò oltre alla fiera delle banalità, chiaramente.

    RispondiElimina